Risposte nei forum create


Stai vedendo 25 repliche - dal 51 al 75 (di 241 totali)
  • Autore
    Repliche
  • in risposta a: Quale tabacco scegliere? #90108

    while1
    Membro

    v

    La soggettività di gusto e soddisfazione è indiscutibile.
    Però tempo 2-3 giorni e ci si abitua a tutto, nicotinicamente parlando.
    Quindi diciamo pure “voglio più nicotina”, ma dire “il mio fisico richiede più nicotina” mi sembra una forzatura, dato che il nostro fisico sta benissimo SENZA nicotina 😀

    in risposta a: Quale tabacco scegliere? #89700

    while1
    Membro

    Io non riesco a capire il motivo per cui a molti non piace fumare a 7,5 – 8 mm. con filtro regular. Cioè, capisco con i tabacchi forti, ma con il Mac Bianco? Leggo che molti lo vogliono miscelare col Mac Nero perché è troppo leggero (snaturando secondo me tutti e due i tabacchi. ma ognuno col suo tabacco fa quel che vuole) e poi magari lo fuma con filtri ultra-slim. Il 95% di noi proviene dalle sigarette confezionate, ma ben pochi fumavano le Kim Ultraslim…….Boh??

    Le miscele non le condivido MAI, perché un trinciato è già una miscela studiata a tavolino, per cui non ho fiducia in un “mischione di miscele” fatto in casa.
    Quindi, escludendo appunto il paradosso da te citato del barman che shakera mac bianco e nero e lo fuma in ultra-slim, io sono passato ai filtri ultra-slim per questioni salutistiche.

    in risposta a: Old Holborn BIANCO #27452

    while1
    Membro

    Mi deve essere capitata una busta vecchia: il tabacco era tutto il contrario di com’era la volta precedente che l’avevo fumato.

    Stavolta era ruvido, forte ed amaro. Buttato.


    while1
    Membro

    Spiegaci cosa intendi per male giane.

    Gli unici “mali” alla lingua che ho conosciuto in fumata sono:
    -pizzicore alla lingua se pressi troppo un 100% Virginia
    -schifoso saporaccio e filtro nero se pressi troppo un tabacco additivato

    in risposta a: Mac Baren Senza Nome Verde #24676

    while1
    Membro

    Io ti consiglio di dare una seconda chance al verde (che a mio avviso se la merita, io me lo sto proprio gustando), ma solo quando al tuo tabaccaio arriverà una nuova mandata, così sarai sicuro di provarlo fresco.

    in risposta a: Mac Baren Senza Nome Verde #24599

    while1
    Membro

    Come dice Johnny sarà una questione di umettanti + fattore invecchiamento.

    Secondo me innanzitutto hai sbagliato a farlo asciugare così. Quelli a mio modo di vedere sono tabacchi che vanno fumati con gli umettanti, altrimenti tanto vale comprarsi un tabacco secco.
    Poi bisogna vedere se ti è stato venduto un tabacco vecchio :)
    Da fresco ha un fumo morbido e dolce sulla lingua, con un retrogusto strano ma stuzzichevole. Asciugandosi emergono di più le note tipiche dei virginia, che all’inizio sono piuttosto nascoste dagli umettanti.

    in risposta a: cosa state fumando? #24533

    while1
    Membro

    Mac Verde, che mi convince sempre più. 

    Ancora mi fa strano non sentire scendere il fumo, però il sapore mi piace molto.

    in risposta a: dalle siga Chesterfield al mondo rolling #24471

    while1
    Membro

    Mah, non sono molto d’accordo sulla faccenda filtri.

    Io trovo che una ryo a 5mm abbia un diametro di gusto, in bocca, pari a tutti quei 5 mm. Una preconfezionata ti manda in bocca invece un fumo sottilissimo, tipo 1-2 mm, quindi comunque inferiore.
    Riguardo l’apporto nicotinico: halfzware, NAS ed Old Holborn  non sono da meno.

    in risposta a: Virginia NON naturali #24055

    while1
    Membro

    Johnny Hooker ha detto:

    while1 ha detto:

    Al tabaccaio a sto giro era arrivato il Mac Baren verde, quindi ho preso quello.Non lo sento che scende in gola fino a metà sigaretta eheh, quindi fatico a giudicarne il sapore per ora, dato che non sento quasi niente :D

    Esattamente la stessa sensazione che ho provato io, è strano ma ci si abitua anche a quella carezza, io continuo a preferire un tabacco più “presente” e per provare a dargli corpo l’ ho tagliato con il golden virginia, il corpo lo prende ma smorza anche il gusto, e come diceva lele man mano che si asciuga acquista corpo.

    Il gusto è molto delicato, magari quando avrai le fauci un pò più “pulite” te lo godrai di più…delicatissimo!

    Sì infatti vorrei provare la strada del riabituarmi ai tabacchi carezza, perché ogni cosa che mi passano da fumare che non sia un naturale non la sento più scendere!
    in risposta a: Virginia NON naturali #23980

    while1
    Membro

    Al tabaccaio a sto giro era arrivato il Mac Baren verde, quindi ho preso quello.Non lo sento che scende in gola fino a metà sigaretta eheh, quindi fatico a giudicarne il sapore per ora, dato che non sento quasi niente :D

    Comunque mi pare di trovarci il sapore di Virginia misto ad un qualcosa di (per ora) indefinibile, quasi di marcio. Farò sapere!

    l’OH blonde per me è un ottimo tabacco, così come lo sono gli altri OH anche se completamente differenti.

    L’ho preso una volta ed ha un sapore ben definito. Non sono però riuscito a finire il pacchetto, perchè essendo molto dolce mi aveva stufato.

    in risposta a: Virginia NON naturali #23878

    while1
    Membro

    Johnny Hooker ha detto:

    Io ho provato il blues virginia, non mi è dispiaciuto ma non è neanche eccezionale per i miei gusti, simile ma più easy puoi trovare il bali shag rounded virginia (entrambi sono blend e non virginia puri) per gli altri non posso darti un parere non li ho mai provati, il golden virginia verde lo sto accantonando nonostante mi piaccia molto, la qualità delle ultime buste è colata a picco.Qualitativamente molto buono il Mac Verde, vale la pena sbattersi un pò per trovarlo, anche se anche in questo caso non incontra totalmente i miei gusti, ti consiglio di provarlo, rispetto agli altri due hai meno beghe per conservarlo, meno imperfezioni ma un gusto meno marcato rispetto agli altri che ho nominato.Quindi se riesci a trovarli secondo me dovresti scegliere tra bali shag rounded virginia e mac baren verde.Virginia golden blend’s per quanto mi riguarda mai nella vita, samson verde..mi pare sia stato recensito in precedenza e non ha ottenuto tanti pareri favorevoli..buona caccia!

    Nella tabaccheria più fornita della zona come Bali Shag c’è solo il verde (Rich Virginia)
    in risposta a: Samson Virginia Blend #23874

    while1
    Membro

    nessuno l’ha mai provato allora?

    in risposta a: Mac Baren Senza Nome Bianco #23747

    while1
    Membro

    Ogni volta che lo riprovo mi delude. Non so se mi sono abituato troppo bene con i naturali o se il tabacco è cambiato da quando la busta è da 30g, ma ormai l’unico sentore che ci sento è l’amaro!

    in risposta a: Manitou Virginia Gold #23655

    while1
    Membro

    Il Manitou Gold è fantastico, per certi aspetti lo preferisco addirittura al NAS organic, ha sentori tutti suoi. Puoi solo aver beccato una mandata sfortunata.

    Il Manitou Pink a mio parere è Manitou Gold fumato con cotone in bocca.

    in risposta a: la sigaretta elettronica #23331

    while1
    Membro

    Stevenovich ha detto:

    Non voglio e ora come ora non ho la forza per smettere di fumare, ma se si può avere un’alternativa valida perchè non sfruttarla…. Io volevo sapere all’incirca il prezzo di una sigaretta molto modesta e di una ricarica al tabacco normale (il mio budget ideale è intorno ai 20-25€). Ma poi come funziona le ricariche sono già pronte o dove fare miscugli vari? mi date alcune dritte?

    Per prenderti il kit 2 batterie+atom+drip tip spenderai sui 40-50€. Forse anche un po’ meno.
    Per i liquidi all’inizio ti consiglio caldamente di prenderli soltanto già miscelati. Le boccette più piccole mi sembra che partano dai 5-6€, e ti durano a seconda di quanto fumi. Considera che le più piccole mi sembra siano da 4ml, ed una sigaretta approssimativamente corrisponde a 3 gocce.
    Poi comprando gli aromi ed iniziando a fare da te i liquidi, in liquidi spenderai veramente poco (puoi anche prendere glicole e glicerina in farmacia, l’unica cosa che ti mancherebbe è la nicotina), ma non partire subito col piccolo chimico.

    in risposta a: la sigaretta elettronica #23254

    while1
    Membro

    Stevenovich ha detto:

    Io pure sono molto curioso di provare… Fumo Ms Bianche 3-4 al giorno ( nei periodi di stress arrivo a 7, ma quando non studio non fumo proprio) però essendo asmatico (non dovrei fumare assolutamente) vorrei provare questa sigaretta elettronica per due motivi:1) Per il minor danno che crea2) perchè l’unica cosa che mi permette di star seduto per ore a studiare è avere una sigaretta…e quindi mi risulta molto molto difficle smettere di fumare (perchè in fondo non ho voglia)@Carlo, e tutti gli altri che l’avete provata… che ne pensate??è adatta a me?@CuoreNero che sigarette fuma tuo padre?

    Stevenovich è chiaro che dal punto di vista salutistico è meglio l’elettronica dell’analogica. 
    Il problema è però che non ti garantisce nessuno che l’elettronica ti faccia smettere di fumare.
    Con l’elettronica comunque continui a ricordarti costantemente di quel vizio, ed è quindi paradossalmente più facile smettere troncando del tutto.
    Se vuoi smettere smetti, se non vuoi smettere non smetti. Ho visto fumatori seriali smettere in tronco da un giorno all’altro, mentre io ne fumo 2-3 al giorno ma non voglio smettere, e quando ci ho provato non ci sono riuscito.
    Ricordati sempre che è il gesto che non riusciamo a mollare, non tanto la nicotina, che dopo una settimana è quasi sparita dal corpo. Una e-cig, per quanto possa provare ad essere uguale ad una sigaretta analogica, non lo è.

    in risposta a: come leggere i valori #23148

    while1
    Membro

    I valori riportati sono senza filtro.

    Avevo postato una ricerca a riguardo, in un thread dedicato.
    Con il filtrino APPROSSIMATIVAMENTE i valori si dimezzano.

    in risposta a: Il perché del vostro nickname ed avatar #22926

    while1
    Membro

    while(1), un loop infinito in C

    in risposta a: Origenes #22281

    while1
    Membro

    Preso un pacco per staccare dai 100% Virginia.

    I sentori tipici dei Virginia si sentono molto lontani, mentre prevale una nota cioccolatosa che lascia un gustoso retrogusto dolce.
    In gola è morbido ed avvolgente, e comincia a grattare un po’ soltanto alla fine della sigaretta.
    Personalmente continuo a preferire Manitou Gold, NAS ed Origenes Virginia, i cui sentori sono più numerosi e (soprattutto)pronunciati, però nulla da criticare a questo blend per il momento.

    in risposta a: Tilbury American Blend #22193

    while1
    Membro

    Francamente non trovo una ragione per dirvi “provatelo”.

    A partire dal taglio non convince, sembra fatto apposta per essere rollato facilmente, così morbido e a filamenti corti. Inoltre sembra umido ma brucia velocemente. 
    Il retrogusto che lascia è amaro. Ma direi semplicemente che è un retrogusto cattivo: è amaro anche il caffè, ma mi piace e lo bevo senza zucchero.

    in risposta a: cosa state fumando? #22191

    while1
    Membro

    Ho lasciato perdere il Tilbury (6€ buttati via, ma amen) ed ho preso un pacco di Origenes (volevo comunque staccare dai Virginia 100%).

    Rispetto al Manitou Gold è parecchio morbido ed ha un sapore meno pronunciato, però ha un retrogusto delizioso, finita una sigaretta avrei avuto subito voglia di un’altra (quindi probabilmente ha anche meno nicotina).

    in risposta a: cosa state fumando? #22117

    while1
    Membro

    Non esistono microforate autoestinguenti vero? :D

    in risposta a: Tilbury American Blend #22111

    while1
    Membro

    Niente, ieri sera l’ho rifumato e l’impressione è peggiorata.

    in risposta a: Tilbury American Blend #22062

    while1
    Membro

    Io praticamente ho fatto scegliere al tabaccaio.
    Gli ho detto che volevo cambiare, e di darmi un american blend.

    “L’american blend per eccellenza è questo” [mac baren white]
    al che gli ho detto: “è un po’ leggerino!”
    e allora mi ha proposto il Tilbury. Non conoscendolo, ho accettato di provarlo.

    in risposta a: Vuoi fare un gioco? #22001

    while1
    Membro

    ao59 ha detto:

    E’ una tendenza. Forse in Italia non sono ancora molto diffusi, però in alcuni paesi esteri si stanno diffondendo a macchia di leopardo. Ad esempio, l’anno scorso in Spagna, nelle principali tabaccherie c’era uno scaffale completamente dedicato ai tubi ( macchinette, tubetti di varie marche , accessori  ecc. ), e i tabaccai spingevano per la novità del momento. Il fatto che la Phiips Morris, produttrice del Marlboro, abbia modificato il taglio e l’umidità del proprio tabacco, creando un ibrido che possa andare bene per entrambi i sistemi, la dice lunga. Anche qui sul forum, sotto sotto, mi pare che diversi amici usino i tubes. Ma io spero comunque di sbagliarmi. Non amo nè il tabacco secco nè quello grossolano ;-)

    Ruberanno mercato alle preconfezionate, o a chi rollava solo per ragioni economiche.
    Mi rifiuto di credere che qualcuno che fuma con gusto ryo passi ai tubi, dato che è orribile anche solo la sensazione che ti dà tenere in bocca quelle sigarette.
Stai vedendo 25 repliche - dal 51 al 75 (di 241 totali)