Risposte nei forum create


Stai vedendo 25 repliche - dal 1 al 25 (di 241 totali)
  • Autore
    Repliche
  • in risposta a: Problema gola #137830

    while1
    Membro

    La cosa migliore direi che sarebbe smettere di fumare… Prova un tabacco leggero e mediamente umido, ad esempio il drum white.
    Se quello non ti da fastidio, riparti da lì a sperimentare. Oltre alla forza del tabacco in sé, la cosa che da più fastidio alla gola è chiaramente la secchezza.
    Infine, ma è soggettivo, c’è chi non tollera alte concentrazioni di Virginia. In questi casi si dovrebbe risolvere usando american blend.

    in risposta a: Salve community! Con cosa sostituire il golden virginia? #135112

    while1
    Membro

    Anche io ti consiglio di provare il drum celeste. Se non ti soddisfa potresti provare anche il giallo. Nessuno dei due mi fa impazzire, ma sono entrambi umidi ed entrambi si discostano dal tradizionale american blend. Fossi in te guarderei cosa c’è nelle tabaccherie che hai vicino a casa e tra quelli inizierei a provare i tabacchi non secchi e possibilmente non american blend. Prova anche marchi economici e/o snobbati, dato che alla fine ognuno ha i suoi gusti.
    Per dire, io ho trovato la pace dei sensi con il Virginia della Poeschl: però non te lo consiglio, perché mi dici che il Mac Baren nero ti risulta troppo forte.

    in risposta a: tabacchi in austria #123266

    while1
    Membro

    Sto per andare a Vienna. Mi sono letto la discussione ed ho guardato il listino austriaco: non mi sembra di vedere nulla di interessante per i miei gusti.
    Il mio tabacco è il Virginia Golden Blend della poeschl, ma avrei voluto assaggiare una qualche miscela in cui prevalgano gli orientali. Mi pare di capire che non ce ne siano neanche in Austria.

    in risposta a: Meglio drum celeste o drum blu?? #115902

    while1
    Membro

    Provato il Drum Bright Blue. Il Kentucky si sente appena, del Virginia per ora sento solo il pizzicore (giusto a fine sigaretta comincio a sentirlo un po’). Insomma, mi sono fatto una fumata abbastanza neutra 😀
    Ma aspetto a giudicare il sapore, prima devo disabituarmi al corpo generoso del Virginia Golden Blend.

    Come forza è forse maggiore rispetto al Virginia Golden Blend che ho fumato per mesi, lo sento di più a livello di fiato.

    In quanto ad aggressività non c’è invece paragone, questo scende in gola e a malapena me ne accorgo.

    in risposta a: Meglio drum celeste o drum blu?? #115892

    while1
    Membro

    Da quanto ricordo è più leggero del Virginia Golden Blend, il Drum Bright Blue è comunque abbastanza aromatico….può stufare in poco tempo. Se lo trovi fresco ti consiglierei il Manila (anche se non c’entra niente), ma prendilo solo se ha il bollo del monopolio nuovo.

    Infatti Manila o Amiral erano quelli che avrei voluto provare per staccare un attimo dal Golden Blend, solo che non li trovo…Conosco una tabaccheria che li ha, ma non li avrebbe freschi (e con sto sole non ho voglia di farmi mezz’oretta nel traffico per un tabacco secco XD)

    in risposta a: Meglio drum celeste o drum blu?? #115886

    while1
    Membro

    Mi aiutate a capire qualcosa circa forza e aggressività del Drum Azzurro?
    Abitualmente fumo Virginia Golden Blend, volevo staccare un attimo  ma restando più o meno sullo stesso piano di forza e aggressività. (gli halfzware mi stufano dopo 2 sigarette…qui c’è meno kentucky, magari vado meglio)

    in risposta a: che tabacco consigliate? #101186

    while1
    Membro

    Ciao, se vuoi restare sui naturali ti consiglio il Manitou Gold o il NAS. Lo Yuma non mi è piaciuto per niente, non te lo consiglio.

    in risposta a: Virginia NON naturali #101164

    while1
    Membro

    Secondo me, invece, Mac Baren Verde e Virginia Golden Blend’s hanno una cosa molto importante in comune: il sapore xD

    L’aggressività e la forza sono certamente parecchio diverse: il Virginia Golden Blend’s non è  molto forte nè aggressivo, ma di sicuro lo è di più del Mac Baren Verde, che scalda meno di un aerosol. Ma il sapore di frutta secca l’ho trovato molto simile!

    Quindi vado cercando altri tabacchi con quei sapori lì. L’importante è che non si senta il burley, che non sopporto!
    Terrò presente allora anche il Red Bull Virginia.

    in risposta a: Virginia NON naturali #101116

    while1
    Membro

    Riuppo dopo alcuni mesi.

    Il Mac Verde mi piace molto, ma è un  po’ troppo leggero.

    Attualmente mi sto godendo il Virginia Golden Blend’s, che trovo simile come sapore ma più aggressivo.

    Se volessi dunque provare altro sulla scia del Virginia Golden Blend’s, cosa mi converebbe provare? Salsa Virginia?

    Mi incuriosivano anche Bali Shag Rich Virginia e Blues Virginia, ma ho letto che sono semi secchi ed in questo periodo mi vanno più umidi.

    in risposta a: Cerco tabacco dolce #100653

    while1
    Membro

    Mac Baren verde: umido, dolce e delicato.

    Anche l’Old Holborne bianco se lo becchi fresco è dolce e delicato.

    in risposta a: Fumate d'Autunno: cosa fumiamo oggi? #100469

    while1
    Membro

    Dopo aver preso freddo in Ungheria ed un conseguente mal di gola, ho regalato lo Yuma (personalmente bocciato) che col mal di gola non sarebbe andato a nozze ed ho provato il Virginia Golden Blend: ottimo. Dolce e saporito, l’aroma ricorda il Mac Baren Verde, però è più aggressivo.

    Vediamo quanto ci mette prima di perdere gli umettanti e diventare un tabacco inutile, come succede col Mac Baren Verde.

    in risposta a: Lucky Strike Original Red #96722

    while1
    Membro

    Leggero? 0,7 nicotina direi che è medio-forte!

    in risposta a: Tabacchi simili al MacBaren Bianco #96721

    while1
    Membro

    Infatti ci sono riuscito a culo un paio di volte con quelle di tipo A, quelle di tipo B non riesco proprio perché la cartina si spezza oppure non aderisce bene e non si incolla, ovvero, non si incolla tutta e mi lascia dei buchi,e via con le bestemmie poi… Devo dire che a bandiera con questo tabacco con le cartine di tipo A il “che” sigarettesco è svanito e diciamo che gradisco molto di più la fumata, sentendo più il gusto, anche se accennato, del tabacco e anche una leggera potenza in più quando si tira.. Non resta che provare le B, quando avrò tempo le comprerò

    Secondo me stai invertendo tipo A e tipo B…Il che “sigarettesco” ce l’hanno le tipo A perchè sono autocomburenti, le tipo B no 😀

    in risposta a: Tabacchi simili al MacBaren Bianco #96611

    while1
    Membro

    Vai di tipo B e a bandiera! Tra l’altro con i filtri ultra slim ne butti via parecchia di carta, ed il sapore cambia tantissimo.

    Il “non riesco perfettamente” non è una scusante, 2-3 prove e ci riuscirai 😀

    in risposta a: AMERICAN BLEND #95968

    while1
    Membro

    ” Golden Virginia is blended from unique combination of burley, (virgola) air and sun cured tobaccos and known ecc. ecc…”

     

    Se c’è scritto così non vedo altre possibilità d’interpretazione francamente: sarebbe un po’ paradossale una “combination of burley…e basta”  😀

    Comunque io l’ho sempre considerato un american blend il Golden Virginia!

     

     

    in risposta a: Lucky Strike Original Red #95857

    while1
    Membro

    ora: o si è messo poco burley tostato (e questo confermerebbe il solo sentore di tostato) nelle buste dell’original red per avvicinarlo alla tendenza dei biondi tabacchi ben venduti in italia o è stato semplicemente preso l’esistente blend gusto autentico e lo si è addizionato con eccipienti atti a dargli il gusto di tostato delle luckies.

    Se è così: BLEAH. Questa cosa mi causerebbe lo stesso schifo dell’olio tartufato.

    Comunque, parlo senza cognizione di causa. Però tipo questo

    http://www.ryomagazine.com/winter2004/sum2003drtwotime.jpg

    di cui parla http://www.ryomagazine.com/winter2004/tobacco.htm , in teoria è un burley tostato. Il Lucky Strike Original Red è più chiaro?

    in risposta a: Lucky Strike Original Red #95824

    while1
    Membro

    Ho perso il filo del discorso…pochi post fa parlavate di vero Lucky Strike e di gusto tostato, ora  di eccipienti…cosa mi sono perso? 😀


    while1
    Membro

    Mettiamola così: finché non salta fuori che esiste un termine già affermato, venga esso dall’italiano o da lingue straniere, noi qui dentro adotteremo il termine “aggressività”.
    E speriamo di risolvere le divergenze d’opinioni che in realtà erano solo frutto di incomprensioni letterarie 😀

    Io adoro i tabacchi aggressivi, quindi è un termine che mi servirà!

     

    E concordo con bigmarco circa il peso di questo forum!
    In italia riguardo il RYO è sicuramente il riferimento sul web numero 1, non c’è discussione.
    E visto che letteratura mi pare sia pressochè inesistente, a voi le conclusioni 😀

    in risposta a: consiglio!!!urgente!!!!! #95777

    while1
    Membro

    Sì il drum bianco se è fresco è abbastanza umido (più umido dell’old holdborn blonde). Ma è anche più leggero, per me equivale a non fumare…
    Inutile dirti che se si trova da te puoi provare il Mac Baren bianco.
    Sul black devil non ti so aiutare.

     


    while1
    Membro

    E aggressività sia.


    while1
    Membro

    Allora coniamolo! 😀
    Secondo me è importante. Durezza, ruvidezza, aggressività, quello che vi pare.


    while1
    Membro

    pesantezza è un termine che in degustazione non viene usato. corpo è corretto: è quanto senti il gusto, in pratica. il bruciore in gola non è riferibile alla forza ma solo al tipo di blend: i secchi virginiosi bruciano, mentre gli zware, pur molto più “potenti” no.

    Il problema principale nasce da lì: il termine forza lo collego a quanto mi picchia in gola, mi pare più intuitivo.
    Perchè se si “spreca” il termine forza per parlare di peso nicotinico, con quale termine si definisce il bruciore in gola? Durezza?


    while1
    Membro

    Non so quale sia la terminologia “ufficiale”.
    Le variabili in gioco che creano confusione sono: corpo, forza e pesantezza.
    Corpo lo riferisco all’aroma, a quanto sento il sapore presente in bocca.
    Forza lo riferisco a quanto mi brucia in gola  (quindi per me l’opposto di un tabacco forte è un tabacco morbido).
    Pesantezza alla carica nicotinica (quindi pesante != leggero).

    in risposta a: esiste un tabacco tipo van nelle naturale senza additivi? #95748

    while1
    Membro

    Secondo me non c’è alcuna correlazione “scientifica” rilevante tra additivi e quantità di sigarette.
    L’unica differenza, psicologica, è che quelli additivati sono più morbidi e ruffiani, quindi ti illudono di aggredirti di meno ed è più facile che cedi a fumarne ancora.
    Quando ad esempio fumavo Mac Baren verde. dolcissimo e gustosissimo, mi veniva spesso voglia di fumare, anche se poi in realtà mentre lo fumavo non è che traessi gran soddisfazione.

    Il Manitou gold me lo gusto assai quando lo fumo, ma in molti orari proprio non mi va di fumare.

    in risposta a: prensentazione #95439

    while1
    Membro
Stai vedendo 25 repliche - dal 1 al 25 (di 241 totali)