Homepage Forum TABACCHI ITALIA Una serie di tabacchi mezzi sconosciuti di cui vorrei parlare… Re: Una serie di tabacchi mezzi sconosciuti di cui vorrei parlare…

#5775

juny
Membro

Tra quelli elencati ho provato il Domingo celeste, l’Amiral e il Bali Shag rosso.

A mio parere, il migliore di tutti è il Bali Shag rosso (contrariamente a quanto dice Braso, ma si sa, i gusti son gusti!).
L’ho trovato anch’io molto secco, ma prima di toccarlo, e quindi di sbriciolarlo!,  l’ho umidificato una notte intera ed il sapore si è addolcito, ammorbidito, non dà fastidio in gola ed è fumabilissimo. Un suo punto di forza, secondo me, è la totale assenza di imperfezioni. Io lo fumo con rizla rosse e mi trovo benissimo.
Il Domingo celeste è un tabacco che va nell’anonimato, di routine, senza alcuna nota particolare se non che a me lascia un piacevole retrogusto dolciastro a fine fumata. Presenti numerose imperfezioni (a volte veri e propri tronchi!). Ho umidificato un pò anche questo e devo dire che ne ha guadagnato, ma comunque non lo ricomprerei.
L’Amiral rispecchia un pò il Domingo (come mediocrità) e si differenzia per il retrogusto, che io ho sentito amarognolo, ma comunque non eccessivamente fastidioso. Anche qui le imperfezioni presenti sono tante e fastidiose. Niente di ché!