Homepage Forum Off-Topic Ubuntu Re: Ubuntu

#5598

Carlo
Membro

Dipende anche da che ci fai tu con il pc. Se lo usi per lavoro, quindi usi ad esempio programmi specifici, non è detto che tu possa trovare lo stesso programma per ubuntu. Se invece il tuo è un utilizzo più casalingo (navigare in internet, email, organizzazione foto/video, qualche foglio di calcolo per gestione spese familiari ecc…) allora ubuntu potrebbe essere una valida alternativa. Io ho cominciato con windows, poi l’ho affiancato ad ubuntu (mi serviva photoshop), poi ho disinstallato windows e l’ho virtualizzato in ubuntu e poi finalmente sono approdato a mac os x…

a mio fratello invece ho sostituito windows7 con ubuntu, molto più snello e pratico da usare. Non ha mai avuto problemi di compatibilità con le periferiche, non servivano comtinui riavvii, cosa che con windows (xp, vista e 7) era all’ordine del giorno.
Esempio pratico: avevo un portatile hp che nel suo anno di vita (1!) ha passato da vista ad xp e poi a 7, e avevo pure una stampante hp, la quale non è mai stata riconosciuta dal poratile se non dopo mirabolanti installazioni di driver e smanettamenti vari nel pannello di controllo (ogni volta che collegavo la stampante dovevo reinstallare i driver…).
 Quando invece ho preso il mac book pro mi son detto: “ah si, chissà adesso che mi tocca fare per attaccare sta benedetta stampante…” beh, ho attaccato il cavo usb e… l’ha riconosciuta subito!!! stessa cosa con ubuntu (mac os x e ubuntu “sotto il cofano” sono molto simili)

Il contro è che se sei fossilizzato su windows da anni potresti trovare qualche difficoltà nel passaggio, in quanto alcune cose sono più semplici, ma ragionando in maniera windows si fa fatica ad arrivarci. Se invece cososci qualcuno che può seguirti nel passaggio, secondo me, è tutto grasso che cola.

L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)