Homepage Forum Off-Topic musicisti-tabagisti Re: musicisti-tabagisti

#25874

Valeria
Membro

..AppHo approfittato di 10 minuti di pace in ufficio per leggiucchiare i post dei giorni scorsi, soprattutto quelli relativi a cover e inediti, suonar bene e suonar male.

Premetto che la cosa mi tocca sul vivo, sono cantante da 12 anni e da 5 giro con diversi gruppi.

Ovviamente quando abbiamo iniziato eravamo un gruppo di 4 beoti che facevano cover rock.. dai LedZeppelin a Jimi Hendrix, anni 70 e giù di lì. Eravamo tecnicamente scarsi, se sento le vecchie registrazioni mi vien da ridere, però la prima volta che siamo riusciti (dopo anni a grattare il portone come i gatti randagi) a suonare nel locale più “in” in materia di musica (dove suonavano i nostri maestri, per intenderci), l’abbiamo riempito all’inverosimile… c’era gente seduta per terra che ordinava da bere e non è che fossero tutti nostri amici, anzi..

Secondo me, cover o non cover, l’abilità di chi suona, qualsiasi genere faccia, si vede anche in quanto sa coinvolgere il pubblico e calamitare l’attenzione su di sè. Noi eravamo delle chiaviche, ma saltavamo come pazzi, ballavamo sui tavoli (pesavo anche un bel po’ di kg in meno :D) e riuscivamo, non so come, a far cantare tutti…

Conosco gruppi che suonano principalmente inediti e che riescono a farteli cantare anche se non li hai mai sentiti… e offrono spettacoli divertenti e coinvolgenti. E allo stesso modo conosco colleghi “coveristi” che non vengono cagati da nessuno perchè fanno praticamente un copia-incolla degli originali.. stavo a casa a sentire il disco e risparmiavo km… oppure perchè oggettivamente suonano male… è un mondo complesso in cui purtroppo si da spazio solo a chi si fa pagare poco..

 

Lancio una discussione… che pensate delle tribute band?

..Nelle prove cruciali, la sigaretta è un aiuto più efficace dei Vangeli.. (Emil Cioran)