Homepage Forum PORTA-TABACCO Humidor per trinciati Re: Humidor per trinciati

#19200

Cuorenero
Membro

Lele ha detto:

No no lo so benissimo come mantenerlo con la pietra ecc.. il problema che forse non ho fatto intendere è questo:ho 3 humidor,con ognuno 3 buste sigillate dentro. Se io volessi provare un tabacco,quindi prendere fuori e aprire una busta,e poi chiuderlo e rimetterlo nel vaso con le altre buste,il tabacco si mantiene in forma essendo oltre che nel vaso anche chiuso nella busta? Io penso di si ma per rassicurazioni,essendo tabacchi non nostrani,non volevo che si seccasse!

se sotto il tappo ci metti una spugnetta e la bagni con un paio di gocce d’acqua distillata e chiudi il barattolo stai bene per più di un mese se lo conservi al buio e lontano da fonti di calore al max lo metti in frigo …

se per esempio ne prendi una sigaretta al giorno e sei partito da 40 o più grammi basta che metti un altro paio di gocce d’acqua ogni settimana e si mantiene alla stessa umidità (se lo vuoi umidificare molto aggiungi la pietra) …
io ad esempio sotto il tappo ho messo un cerotto adesivo  di spugna di lattice (ricavato da un cerotto che si usa per i galli) , basta mettere 2 gocce d’acqua e al contrario della pietra rilascia l’umidità molto lentamente …
pero tu parli di metterlo con tutta la busta e io personalmente non lo mai fatto ma penso sia uguale  , ma ti consiglio di usare un barattolo x ogni busta aperta (riversata nel humidor) …
cmq per le buste chiuse per mantenerle molto tempo se le metti in frigo in un sacchetto ermetico le puoi mantenere  allungo senza problemi … fai conto fino a due anni , per il tabacco trinciato vale lo stesso principio delle cialde di caffè che  nel confezionamento viene aggiunto azoto e se non ci sono sbalzi eccessivi di temperatura non subiscono alterazioni … 

Quello che si legge sul web non significa sia vero anche se lo detto io...
Se non piace a me può piacere a te 🙂