Homepage Forum PORTA-TABACCO Humidor per trinciati Re: Humidor per trinciati

#6437

FumoNero
Membro

Riflettevo su una cosa… l’Humidor ha essenzialmente 2 funzioni :

1. Umidificare un tabacco troppo secco
2. Mantenere l’umidità del tabacco uguale a quella all’apertura della busta.
Se è così, e penso di aver capito giusto abbiamo risolto i problemi (mio e di Jack) se mettiamo dentro al nostro Humidor una o due buste di Van Nelle (è solo un esempio per indicare un tabacco semi-umido) senza aggiungere la pietrina o la spugnetta o qualunque cosa crei umidità, il nostro humidor manterrà perenne l’umidità del tabacco senza alterarlo mai, certo considerando che l’humidor andrà aperto ogni tot per prelevare del tabacco entrerà dell’aria che andrà a modificare i valori interni, ma in linea di massima che si sia grandi fumatori o “fumatori saltuari”il tabacco dovrebbe rimanere perennemente all’umidità iniziale, proprio perchè sarà il tabacco stesso a creare all’interno dell’humidor il giusto “microclima”.
Quindi per chi come me fuma tabacchi sia secchi che umidi o semi-umidi bisognerà avere almeno 2 humidor, uno da utilizzare con la pietrina per i secchi, l’altro da usare con umidi o semi senza pietrina.
Anche se sono dell’idea poi che la cosa migliore da fare sarebbe avere un vaso per ogni tabacco, così da non alterare minimamente i gusti mescolando residui di tabacchi precedenti con tabacchi appena inseriti.
Ragazzi vi chiedo a questo punto di dirmi se secondo voi questo ragionamento è valido… non abbiate pietà!