Homepage Forum TABACCHI ITALIA Sensazione strana dopo aver fumato

Sensazione strana dopo aver fumato

Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 mese, 3 settimane fa da Pat01.
  • Creatore
    Discussione
  • #138006

    Pat01
    Membro

    Salve a tutti, sono nuova in questo forum, spero di aver azzeccato il posto giusto dove scrivere.
    Ho 21 anni e fumo da circa sei anni ma in modo continuo da quattro anni sigarette industriali Chesterfield blu con cui mi sono sempre trovata bene, fumatrice moderata non più di 5/6 sigarette al giorno.
    La faccenda che sto per raccontare è molto pericolare e complessa ma cercherò di essere chiara anche perché vorrei una vostra opinione da fumatori.
    Nella mia vita oltre alle sigarette con cui sono sempre stata bene ogni tanto sono stata mossa dalla curiosità di provare a fumare anche altro.
    Quattro anni fa provai (prima e unica volta) a fumare cannabis, facendomi stare veramente male perché mi salì improvvisamente e in modo fulminante un nodo alla gola.
    Questo nodo alla gola non è MAI andato via, ho visto milioni di dottori, ho fatto tutti gli accertamenti del caso e non hanno mai trovato nulla di anomalo nella mia gola dicendomi che è psicosomatico e che quella canna che fumai abbia scatenato una somatizzazione ansiosa, anche se per me sembra al quanto strano.
    Accettai il problema e imparai a conviverci, di fatti il fastidio alla gola non mi procurava più problemi nella quotidianità perché ormai ci ero abituata, se non fosse per alcuni alti e bassi in cui si riacutizzava a caso per delle settimane e poi si attenuava da solo, ma mai senza sparire.
    Arrivo al dunque, è da due mesi che il nodo alla gola è peggiorato fuori maniera, è continuo h24 ogni giorno e mi sta invalidando la vita.
    Tutto questo lo collego al fatto che ha iniziato ad accentuarsi in concomitanza dopo aver fumato del tabacco trinciato che non fumavo da molto tempo, che comunque non mi aveva mai dato problemi significativi.
    Il tabacco in questione è il Chesterfield, una busta di tabacco aperta circa otto mesi fa ma che comunque si presentava bene, solo un po secco, conservato nella sua confezione richiusa nella tasca dello zaino, l’ho fumato con filtri ultra slim Rizla e cartine OCB nere.
    Da quando il malessere mi si è accentuato ovviamente il drum non l’ho più toccato e sono proseguita con le mie solite sigarette.
    Ora vorrei capire se è possibile che un disturbo “psicosomatico”, che ai controlli medici non si vede, possa peggiorare dopo una roba simile. Io attualmente sono due mesi che sto malissimo, mi si stringe la gola, faccio fatica a deglutire e sento una massa enorme.
    Mi sono rifatta controllare recentemente ma non ho niente, i dottori mi dicono che dovrei prendere psicofarmaci.
    Io però stavo bene, vorrei sapere se a qualcuno di voi è successa una cosa simile e come avete risolto, grazie.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.