Homepage Forum Welcome salve a tutti.

salve a tutti.

Questo topic ha 7 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni, 10 mesi fa da Johnny Hooker.
  • Creatore
    Discussione
  • #123920

    abbandiera
    Membro

    Salve a tutti moderatori e utenti,sono Claudio e rullo da ormai 6-7 anni,quindi mi sono avvicinato al tabacco non a causa della crisi ma per cercare una fumata più’ naturale possibile,a proposito di ciò’ volevo porvi la mia prima domanda ho letto su wiki che in America uultimamente vengono spruzzate sul tabacco delle sostanze che ne diminuiscono l’assorbimento di zolfo, ma contengono polonio, io scelgo tabacchi senza additivi o naturali potete dirmi se anche questi vengono interessati da questo trattamento. Grazie e buona giornata.

Stai vedendo 7 repliche - dal 1 al 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #123967

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Che bel benvenuto dave..quasi quasi smetto!
    Cmq..tirando le somme la penso come lui caro abbandiera..fuma e non pensarci o pensa e non fumare..

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #123933

    tubelover
    Membro

    Ciao Claudio benvenuto a bordo buone rollate

    -- Esistono 2 cose infinite, l'universo e la stupidità umana; e del primo non sono sicuro --
    Albert Einstein

    #123928

    dave floyd
    Moderatore

    Ah! Benvenuto 🙂

    Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile (Woody Allen)

    #123926

    dave floyd
    Moderatore

    A quel che ne so il Polonio-210 è presente nel tabacco e lo si sa da decenni. Non è legato all’uso di pesticidi o trattamenti simili. Si forma per un relativamente complicato processo legato all’uso delle rocce fosfatiche utilizzate per fare i fertilizzanti. Queste rocce sono naturalmente più ricche di uranio che decade nel noto radon, questo diviene piombo 210 che assorbito dalle foglie si converte in fine in polonio. Insomma la stessa cosa succede verosimilmente anche per la lattuga ecc. e sicuramente anche per il tabacco naturale che non credo venga coltivato usando il letame 😉 . La differenza è che la lattuga non la fumiamo e quindi non provoca cancro ai polmoni, magari allo stomaco sì. Tieni conto che la combustione riduce al 10% la quantità di polonio presente nel tabacco lavorato, quale sia la quantità non so, e sicuramente è variabile. Purtroppo tutto ciò che in qualche modo assorbiamo da quando le produzioni sono intensive e globalizzate contiene sostanze che bene non fanno. Ma che si può fare? Tornare indietro di secoli? E’ più una questione filosofica che pratica. Per concludere se vuoi evitare di assumere pesticidi e additivi vari vada per i naturali, che ciò possa bastare da solo a salvaguardare la tua salute…non credo.

    Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile (Woody Allen)

    #123924

    rex
    Membro

    Ciao Claudio e benvenuto. !

    #123923

    Carry
    Partecipante

    ciao claudio, dice bene big ma tieni presente che i tabacchi natural che fumi sono senza umettanti ma a livello colturale subiscono le stesse concimazioni e cure degli altri tabacchi, per evitare questo dovresti dirigerti su tabacchi “organici”.

    #123921

    bigmarco
    Moderatore

    Ciao Claudio e benvenuto! Lo zolfo non è questo gran veleno, io lo spruzzo nella toppia di uva che ho, per abbattere lo zolfo userebbero il polonio e per abbattere il polonio cosa spruzzano, l’uranio??..non saprei ma non credo, con quello che costerà il polonio…per ammazzarci tutti basta il tabacco. Wikipedia non è la Bibbia, basta seguire il regolamento e ci si può scrivere qualsiasi cosa come in questo Forum, si deve prendere tutto con le molle (soprattutto quello che scrivo io) 😀 .

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

Stai vedendo 7 repliche - dal 1 al 7 (di 7 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.