Homepage Forum Off-Topic Onestà in tabaccheria

Onestà in tabaccheria

Questo topic ha 3 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni, 1 mese fa da Arelok.
  • Creatore
    Discussione
  • #3553

    Andreuccio
    Membro

    E’ da un pò che voglio scrivere questa cosa.
    Un mesetto fa infatti sono stato in una tabaccheria a fare scorta e mi sono fermato a chiaccherare con il proprietario.
    Ne sono venute fuori cose che dal mio punto di vista non sono da sottovalutare.
    Il tabaccaio evidenziava un problema: si trovava con diverse stecche di tabacco aperte sullo scaffale a seccare da diverso tempo.
    Il motivo? Più di qualche cliente di passaggio aveva chiesto di ordinare un tabacco, ne aveva acquistata una busta o due e poi era sparito… Oppure è tornato per comprare altri tabacchi lasciando quel tabacco sullo scaffale. Tabacco per altro mai ordinato prima da quel tabaccaio proprio per mancanza di richiesta.
    Ora, a tutti noi piacerebbe avere tutti i tabacchi disponibili in tutte le tabaccherie; qualcosa si muove ma la strada è ancora lunga. Perchè?
    Perchè gli ordini del tabaccaio sono diversi da quelli del giornalaio. Il giornalaio lavora in conto vendita. Ogni mattina vengono consegnati i giornali e ritirato l’invenduto del giorno prima. Il tabaccaio invece ordina dall’agente che a fine mese fattura l’ordine fatto, a prescindere dal venduto.
    Quindi il tabaccaio che accetta di ordinare un certo tabacco che poi rimane sullo scaffale, eviterà di “ricascarci” la volta successiva e prenderà tempo…. “l’agente non è passato” “ci vuole qualche settimana” “al deposito è finito” “il produttore non lo sta più distribuendo” etc etc etc….
    Perchè? Perchè il tabaccaio che ha 7-8 sacchetti di tabacco sullo scaffale che non vanno li ha già pagati e quando li venderà, prima o poi, saranno secchi e gli faranno fare brutta figura. Di sicuro non si attrezzerà con armadietti a temperatura controllata per qualche ordine andato a male, ma senz’altro eviteranno di ordinarne altri se la richiesta è fatta da una “faccia nuova” che è li di passaggio e che chiede di un tabacco che in quella zona non è mai stato richiesto.
    Risultato?
    Tabacchi secchi. Il tabaccaio in questione diceva anche che ordinerebbe altri tabacchi solo con la garanzia di venderne almeno 5 su 10. Del tipo, mi ordini il McB Nero che ne prendo 5 buste? Allora si, lo farebbe. Altrimenti no. Per lui è meglio dire “no, non ce l’ho” piuttosto che vendere una busta secca una volta al mese e quindi perdere un cliente.
    Quindi quando abbiamo voglia di  provare un tabacco, meglio farci qualche giro e cercare la tabaccheria che ce l’ha, piuttosto di farcelo ordinare, provarlo e poi sparire. Se poi ci piace, andare dal tabaccaio più vicino a casa e farci un discorso serio e onesto. “Ho provato quel tabacco, mi piace ma tu non ce l’hai, se me lo ordini, io nel mio piccolo 3 buste al mese le prendo” Con un discorso del genere forse riusciremmo ad avere tabacchi freschi dove servono, piuttosto di avere tanta scelta di tabacchi ovunque, ma secchi.

Stai vedendo 3 repliche - dal 1 al 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #6771

    Arelok
    Membro

    Stesso discorso per me: ho ordinato il Mac Baren Verde a settembre e ammetto che non l’ho più comprato, però conto di comprarglielo di nuovo. Il tipo è stato più easy: “basta che me le compri, per me non c’è problema”. “Ma non fumo tanto…” “Eh vabbè, si seccherà un po’, a te va bene lo stesso?” “Certo, no problem” “Ok”. :)
    In pratica l’ha ordinato per me, me lo tiene in negozio, poi cacchi miei se mi si secca. :)))

    "Smetterete di fumare solamente quando sarete capaci di smettere per il piacere di smettere."
    Dr. Giovanni Leanti La Rosa

    #6741

    Andreuccio
    Membro

    FumoNero ha detto:

    Io ho proprio sempre fatto così

    E fai bene, sembra il metodo migliore! Oltre ad essere il più serio…

    #6737

    FumoNero
    Membro

    Io ho proprio sempre fatto così, ho sempre ordinato nella stessa tabaccheria promettendo un acquisto in ogni caso di 3/4/5 buste minimo… la cosa è sempre andata bene tanto che ad oggi molti tabacchi presenti in quella tabaccheria e venduti molto bene sono li grazie a me e ai miei ordini, però è anche vero che chiedere un tabacco, farselo arrivare e poi non acquistarne più nemmeno una seconda busta mi pare di cattivo gusto da parte del cliente.

Stai vedendo 3 repliche - dal 1 al 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.