Homepage Forum TABACCHI ITALIA I migliori tabacchi leggeri

I migliori tabacchi leggeri

Questo topic ha 49 risposte, 12 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 anni, 9 mesi fa da Johnny Hooker.
  • Creatore
    Discussione
  • #3518

    paride
    Membro

    Mi direste secondo voi Qual’È iL miglior trinciato leggero tipo drum bianco?

Stai vedendo 25 repliche - dal 1 al 25 (di 49 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #122163

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Cacchio c’è proprio aria di novità..mi mancherà il tuo vecchio avatar ma mi abituerò a questo in stile “Soldini” (si fa pe ride), viaggiare è una cosa stupenda, magari si potesse avere la possibilità ogni anno di vedere un posto nuovo..se offre KLM poi ancora più ganzo..se ti va la discussione sull’ukulele la spostiamo su “musicisti-tabagisti” che qui ho già esagerato..pure io sono una schiappa e come te me ne batto le balle però non “chuncko” da quasi 4 mesi e mi manca a bestia…per redarguirmi..l’hai mai provato il salsa a.b. ?

    P.S. può essere che t’ho beccato su youkulele?

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #122154

    Carlo
    Membro

    ah, grande Johnny! Il red bull l’avevo provato ma non mi aveva colpito particolarmente, al manila darò una seconda chance perché quella volta avevo trovato una busta che avrà avuto minimo 10 anni…
    Nel frattempo sono andato a prendermi il chesterfield original, ma a breve proverò il camel essential e il maya (sempre se lo trovo). Il Maya mi gasa tantissimo, devo averlo.

    Piccolo O/T per l’aggiornamento: stop alle svapate, quasi da subito in realtà, passata la fase novità mi sono stufato ben presto di boccette, flaconcini e caricabatterie. E in più mi vergognavo come un ladro a svapare in pubblico. Sono andato avanti un po’ solamente perché sono un maniaco dei cerchietti di fumo e con la sigaretta elettronica ci davo dentro come un matto.
    L’ukulele sta bene, ultimamente lo strapazzo un po’ meno ma mi aiuta molto a rilassarmi (morosa e animaletti di casa la pensano diversamente però). Comunque sono una schiappa ma me ne batto le palle.
    In Giappone ci ho lasciato un pezzo di cuore, e svariate centinaia di euro. L’inverno scorso sono andato a Washington DC e poi a Morgantown (West Virginia), e siccome all’andata ho perso la coincidenza causa guasto aeromobile quest’anno sono andato in andalusia aggratis (grazie KLM). Volato fino a Madrid e poi in macchina verso il sud della Spagna. Vacanza molto bella nonostante fosse in inverno ma all’insegna del risparmio.

    Grazie del caloroso ri-benvenuto!

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #122150

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Quando si parla di A.B. io tiro sempre in ballo il Red Bull come un disco rotto, molto gettonato è il manila che pare stia tornando in voga e a trovarlo fresco l’amiral..blends che tu dovresti conoscere abbastanza bene li ho nominati in ordine di forza, il resto è il solito trito e ritrito.

    Detto questo, è un vero piacere rileggerti, ho chiesto un paio di volte che fine avessi fatto, ci devi riaggiornare sulle svapate, sull’ukulele e sul giappone.

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #122146

    Carlo
    Membro

    il Maya mi acchiappa, spero di trovarlo! Grazie!

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #122143

    Carry
    Partecipante

    potresti provare il maya che è un naturale ma non virginia puro..se ti piace il chesterfield darei un’occasione ai 2 marlboro.

    #122142

    Carlo
    Membro

    Beh, io ho sempre prediletto gli american blend, primo su tutti il macbaren white. Ogni tanto mi sfumazzavo pure il vannelle, soprattutto in inverno, ma le ultime buste che ho preso erano terribili, e sinceramente cominciavo a stancarmi di tutte quelle rondelle che mi allappavano la bocca come un caco crudo.
    Comunque sono per i leggeri ma non troppo, e assolutamente no virginia puri.

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #122141

    Carry
    Partecipante

    ciao carlo! è un piacere rileggerti..per quanto riguarda il chesterfield se a te piaceva puoi benissimo riprovare a prenderlo, magari in un posto dove sai che ha un certo smercio.
    se vuoi un consiglio su quale tabacco fumare bisogna che ci dici cosa cerchi più o meno e cosa ti piaceva 😉

    #122140

    bigmarco
    Moderatore

    Si l’Original, l’ a.b., quello con la scritta rossa e la busta bianca.

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

    #122139

    Carlo
    Membro

    Già, infatti mi ricordo delle buste “pacco” di macbaren white e di vannelle, soprattutto dopo l’invasione del virginia naturali (che non mi sono mai piaciuti). Domani faccio un salto dal tabaccaio, che è da un bel po’ che non mi vede e mi prendo una busta di chesterfield. Ma per chesterfield red intendi l’original (io parlavo di questo) o quest’altro? Quello con la busta rossa non l’ho mai provato.

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #122137

    bigmarco
    Moderatore

    Ciao Carlo, bentornato! Ti spiego quella che è la mia impressione…c’è stato il boom dell’hand rolling e molte case hanno riempito il mercato dei loro prodotti, con il tempo pochi fumatori hanno continuato a rollare e molti di quei prodotti(anche validi) rimangono sugli scaffali a prendere polvere. I tabaccai cercano di smaltire le scorte prima di ordinare altri tabacchi e spesso compriamo buste vecchie, è il caso dell’ultimo Chesterfield Red che ho preso. Personalmente ormai compro solo a colpo sicuro tabacchi che siano da poco tempo in negozio, poi magari sono stati due anni in deposito ma cerco di limitare i danni.

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

    #122135

    Carlo
    Membro

    Ciao, è da un bel po’ che non mi affaccio al forum, anche perché non ho fumato per quanto, un anno? Boh, manco me lo ricordo. Comunque ho ripreso (a fumare) e disgraziatamente con le preconfezionate. Siccome ne ho già le palle piene vorrei ritornare quanto prima possibile al RYO, ma ciò che mi perplime e che l’ultimo tabacco da me fumato era il Chesterfield (busta bianca scritte rosse) che mi sembrava molto buono, ma come mai nel forum non se ne parla? E’ peggiorato? Non è mai piaciuto? Non si trova più?
    Grazie in anticipo a chi vorrà chiarirmi le idee

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #122033

    bracco958
    Membro

    E’ un tabacco che a me non piace V4lerio, non significa che non sia buono. E’ sempre una questione di gusti 🙂

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #122032

    V4lerio
    Membro

    Boh… io il chiaravalle beige l’ho trovato più che discreto, saranno gusti. Peccato che a roma ancora non lo vedo in giro.

    #122017

    bracco958
    Membro

    Io il Maya l’ho provato appena è arrivato in tabaccheria e l’ho trovato “anonimo” per i miei gusti, ho fatto fatica a finire anche quello. Mi interessa che il tabacco abbia profumo e gusto, come con la pipa, fumare per fumare non mi va, non fa per me. Lo stesso per il cibo, i vini e tutte le bevande, ecc

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #122016

    viziosfizio
    Membro

    tanto per dire,anche il maya mi pare un buon prodotto tra i tabacchi leggeri però l’ho accantonato dopo una sola busta per due motivi del tutto soggettivi: 1) troppo leggero 2) avverto un pò troppo quel sentore che personalmente associo al burley (magari sbaglio ma ormai di fatto mi sono fatto la mia idea del burley, ci trovo questa nota di gusto che associo alla muffa,non mi gusta..)

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #122014

    bracco958
    Membro

    Finiscono tutti così con me i trinciati che non mi vanno, li brucio nei tubetti. Non provo nemmeno a fare miscele perchè dopo non mi piacciono nemmeno quelle

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #122013

    bracco958
    Membro

    In effeti Vizio, dopo qualche sigaretta ho “caricato” tubetti e gli ho dato fuoco… mi scocciava buttarlo 🙂

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #122011

    viziosfizio
    Membro

    tieni presente Bracco che il Chiaravalle (busta)beige è un blend virginia+burley e quando lo presentano così(cioè evidenziandone la presenza) significa che di burley non ce n’è uno “squizzo” bensì quanto basta per farlo sentire chiaramente,per donargli un gusto marcatamente diverso rispetto (per esempio) al cugino full-virginia (busta verde)…io stesso mi sono ben guardato dal provarlo (il beige) perché il burley,per quanto sia un tabacco privo di grande carattere, quando c’è in dosi cospicue comunque si sente eccome (e ti dirò che a me la cosa non entusiasma…)

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #122004

    bracco958
    Membro

    Io ho provato il Chiaravalle beige, non è male ma ci sono tabacchi che mi piacciono di più, il problema è trovarli freschi

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #121999

    V4lerio
    Membro

    Oddio il chiara valle verde non l’ho mai provato, ma quello beige (virg+burley) sì, fra l’altro un buon tabacco, e non è chissà quanto leggero, paragonato la chest blu, a sto punto meglio puntare sul maya.

    Il mc bianco non lo fumo più, troppo dolce. Il chest blu, secondo me è da fumare solo se fresco, da vecchiotto perde molto come tabacco.

    #121994

    bracco958
    Membro

    Grazie dei cosigli Vizio, li terrò a mente per i prossimi acquisti

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #121979

    viziosfizio
    Membro

    ho letto che si parlava del Chesterfield blu (Ryo) che,ricordiamolo,è un blend di virginia sudamericani “only water-cured”,dato che lo fumo spesso segnalerei che non mi pare affatto leggero (soprattutto se si trova un po’ vecchiotto),lo stesso vale per lo yuma black,sono trinciati di media forza abbastanza corposi (ognuno a modo suo) se dovessi consigliare un virginia leggero (semi-secco) punterei tutto sul Chiaravalle (virginia) purtroppo di non facile reperibilità (dalle mie parti si trova) ma nel suo genere mi pare davvero ottimo

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #121974

    bracco958
    Membro

    Grazie V4lerio, oggi ero andato a comprarlo poi ho trovato una busta di Mac Bianco nuova e non ho resistito; per fortuna è ottimo. Però tengo a mente per il futuro, anche perchè una cosa simpatica del rolling è proprio il fatto di cambiare spesso un po’ tutto

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

    #121971

    V4lerio
    Membro

    Non credo proprio che sia un virginia, per l’utilizzo che ne vuoi fare è perfetto. Anche perché, alla lunga, si sente il bisogno di cambiare, ad ogni modo regge anche come tabacco per tutti i giorni, almeno per un po’. Un altro che ti consiglio, solo se riesci a trovarlo fresco però, è lo yuma nero.

    #121947

    bracco958
    Membro

    Ciao V4lerio, ti ringrazio del consiglio e ti chiedo un’altra cosa; ho letto che è un virginia leggero, si sente che è un virginia? Perchè lo vorrei usare per la classica prima sigaretta del mattino e per spezzare durante la giornata

    Tre cose non saranno mai credute: quella vera, quella probabile e quella logica. John Steinbeck

Stai vedendo 25 repliche - dal 1 al 25 (di 49 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.