Homepage Forum Off-Topic Fumare tabacco è un pò come degustare un vino

Fumare tabacco è un pò come degustare un vino

Questo topic ha 11 risposte, 8 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni fa da mangios.
  • Creatore
    Discussione
  • #3598

    clover84
    Membro

    Ciao a tutti ho proposto questa nuova discussione per vedere come la pensate: Allora avendo fatto una parte del corso di somelier mi sono ora accorta che fumare il tabcacco è molto simile a degustare il vino.
    Voi direte perchè?,facile trovo molto simile la terminologia,mi sono accorta che leggendo le vostre opinioni,parlate con termini che mi ricordano quelli della degustazione di vini come ad esempio: Il corpo,l’equilibrio,l’odore,se è leggero o forte,se pizzica oppure no e questa cosa mi ha fatto sorridere e pensare che anche qui avevo lo stesso problema che nel vino e cioà percepire le note del tabacco,cioè i profumi,reputo che sia la parte più difficile perchè non siamo più abituati a odorare,a usare l’olfatto.
    Per cui posso piacevolmente affermare che anche questa è un’arte e una passione potrei dire,non è che diventerà anche questa un’altra passione??Ovviamente curiosa di sentire i vostri pareri.
    Ciao ciao

Stai vedendo 11 repliche - dal 1 al 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #7811

    mangios
    Membro

    Arelok ha detto:

    Ciao Clover,anche io come te e gli altri mi associo alla similitudine, cosa che peraltro ho sempre fatto.Faccio notare tra l’altro che è tutta questione di educazione. Io rollo da molti anni, circa 10, e all’inizio fumavo di tutto. Avevo talune preferenze, ma fumavo indifferentemente il Drum Blue come le Marlboro Rosse, senza nemmeno avere il sospetto che fossero diversi. Fa fumo? Sì. E’ potente? Sì. Mi rilassa? Certo. Bon, a posto. Questa NON E’ educazione.L’idea che ci fossero differenze tra un tabacco e un altro mi ha sempre toccato, ma sai, finchè non trovi qualcuno che li abbia provati è anche difficile confrontarsi.Fatalità ho conosciuto questo sito (all’epoca un blog) proprio quando ho “ricominciato” a fumare, ma con più criterio. Sempre fatalità, avevo iniziato a bere vino con più spirito critico, notando per esempio che dopo una buona carne rossa e un Morellino, fumarsi un Drum Bianco è fattibile, ma fumarsi un Drum Blue è molto meglio. Dopo un caffè fumarsi un Mac Baren Green è pessimo, ma fumarsi un Arizona Green va benissimo. Al che ho iniziato a soffermarmi con più attenzione, giungendo alla conclusione (come altri qui nel forum) che per un roller difficilmente può esserci IL tabacco, ma I tabacchi, a seconda del momento del giorno e di quel che si è mangiato. Esempio: reputo il NAS organic molto buono, ma non provare a fumarlo dopo una zuppa di verdure, fa a dir poco schifo. Ci funziona bene invece un Drum White, o un Black Devil Black con rizla azzurre. (non con Bravo). Ecco, dopo qualche esempio di abbinata e di analogie me ne torno a rollarmi una cicca post caffè, vista l’ora…

    su facebook avrei cliccato sul “mi piace”
    mi rimane una domanda tecnica:
    perchè il black nero non con le bravo ma con le rizla azzurre?

    #7807

    ago66
    Membro

    Io non sono mai stato un gran degustatore.
    Avevo una passione per il cognac abbinato ad un buon sigaro.
    Ma ormai sono anni che non ne asagio più.

    Però da quando fumo tabacchi naturali, il caffè è tornato ad essere un piacere …. molto più di prima.

    #7451

    clover84
    Membro

    Grande,condivido il tuo discorso!!Oramai per voi diventa una vera passione,e lo trovo molto bello,proprio perchè è ricercare un abbinamento,un sapore,una finezza!Io l’ho fatto con il vino e avendo provato questa esperienza,anche io sto notando piano piano le varie differenze dei tabacchi,ma non essendo questo il mio campo ci vorrà un pò di tempo!ciao

    #7437

    Arelok
    Membro

    Ciao Clover,
    anche io come te e gli altri mi associo alla similitudine, cosa che peraltro ho sempre fatto.
    Faccio notare tra l’altro che è tutta questione di educazione. Io rollo da molti anni, circa 10, e all’inizio fumavo di tutto. Avevo talune preferenze, ma fumavo indifferentemente il Drum Blue come le Marlboro Rosse, senza nemmeno avere il sospetto che fossero diversi. Fa fumo? Sì. E’ potente? Sì. Mi rilassa? Certo. Bon, a posto. Questa NON E’ educazione.
    L’idea che ci fossero differenze tra un tabacco e un altro mi ha sempre toccato, ma sai, finchè non trovi qualcuno che li abbia provati è anche difficile confrontarsi.
    Fatalità ho conosciuto questo sito (all’epoca un blog) proprio quando ho “ricominciato” a fumare, ma con più criterio. Sempre fatalità, avevo iniziato a bere vino con più spirito critico, notando per esempio che dopo una buona carne rossa e un Morellino, fumarsi un Drum Bianco è fattibile, ma fumarsi un Drum Blue è molto meglio. Dopo un caffè fumarsi un Mac Baren Green è pessimo, ma fumarsi un Arizona Green va benissimo. Al che ho iniziato a soffermarmi con più attenzione, giungendo alla conclusione (come altri qui nel forum) che per un roller difficilmente può esserci IL tabacco, ma I tabacchi, a seconda del momento del giorno e di quel che si è mangiato. Esempio: reputo il NAS organic molto buono, ma non provare a fumarlo dopo una zuppa di verdure, fa a dir poco schifo. Ci funziona bene invece un Drum White, o un Black Devil Black con rizla azzurre. (non con Bravo).
    Ecco, dopo qualche esempio di abbinata e di analogie me ne torno a rollarmi una cicca post caffè, vista l’ora…

    "Smetterete di fumare solamente quando sarete capaci di smettere per il piacere di smettere."
    Dr. Giovanni Leanti La Rosa

    #7339

    clover84
    Membro

    Allora ciao a tutti che bello leggere le vostre opinioni,grazie davvero,è molto interessante.
    Sicuramente il tabacco da sigaretta è meno conosciuto rispetto al tabacco da pipa che oramai per molti è associazione di uomini adulti e di collezionisti,sbagliando secondo me,perchè le passioni e le curiosità nascono spesso per caso,ma non sempre per uno schema definito!La pipa Jack sicuramente rispecchia la calma,la pace con se stessi,tutt’altro universo sicuramente,ma credo che un momento per noi lo si possa trovare anche con il tabacco da sigaretta che trovo curioso da scoprire e da provare le varie sfaccettature come ho detto sono più brava nel vino avendo fatto un corso ma come dice Christian credo che si possa riportare questa esperienza anche qui e non sottovalutare questo mondo che come ho detto all’inizio mi sta appasionando non essendo come dici tu Jack non solamente un vizio.
    Sicuramente sarebbe stupendo frequentare un corso di degustazione del tabacco,infatti mi chiedevo se esistesse ed ho avuto la risposta…ma perchè intanto non inziare con gli elementi base che alla fine sono quelli e oggettivi ma poi cìè la propria esperienza che vale più di altre cose e poi il proprio gusto,molto importante per me!ciao

    #7338

    Jack
    Membro

    Cara clover, non posso far altro che schierarmi dalla tua parte.
    Non sono mai stato un intenditore di trinciati e, scoperto questo sito, sto affinando le mie tecniche, imparando le differenze tra le varie tipologie, i gusti e gli aromi, nonchè le combinazioni con cartine e , perchè no, come dice FumoNero, con cibi e bevande.

    Personalmente, non ho iniziato a fumare da rollo per vizio, ma per gusto e curiosità in primis e, andando avanti col tempo – ormai è circa un anno e mezzo di tabacco – ho imparato i vari accostamenti (del tutto soggettivi) che mi aggrada fare nelle diverse occasioni. Il tabacco da giorno, quello da sera, quello da occasione, quello da disimpegno…sono tutti aspetti che ho avuto piacere di scoprire grazie alle opinioni dei partecipanti al forum e alla mia esperienza.

    Non credo di esagerare troppo se dico che, quando sarò più avanti con l’età, mi piacerebbe passare alla pipa, tutto un altro universo!

    Jack.

    #7331

    FumoNero
    Membro

    christian ha detto:

    L’argomento non è facile, gli elementi sono spesso mancanti o addirittura nascosti volontariamente dal produttore. Il tabacco da sigaretta non è così nobile come i tabacchi da pipa o da sigaro: difficilmente si gusta (o degusta), più che altro si consuma… spesso in modo veloce e superficiale.”

    e questo è assolutamente un peccato perchè il tabacco da sigaretta è e può essere un prodotto nobile!
    #7329

    christian
    Membro

    Pienamente d’accordo.

    Infatti circa 6 mesi fa scrissi in un post:
    Non ho mai frequentato un circolo del fumo, né ho mai partecipato ad un corso di degustazione di tabacco (mi piacerebbe…). L’ho fatto invece per il vino e per il whisky; in queste occasioni ho imparato la base di una degustazione: la ricerca di quegli elementi comuni (taglio, colore, profumi, corpo, …) che ho provato a riportare di mia iniziativa sul tabacco.

    L’argomento non è facile, gli elementi sono spesso mancanti o addirittura nascosti volontariamente dal produttore. Il tabacco da sigaretta non è così nobile come i tabacchi da pipa o da sigaro: difficilmente si gusta (o degusta), più che altro si consuma… spesso in modo veloce e superficiale.”

    #7324

    clover84
    Membro

    Hai ragione Fumonero così ora avrò un’altra passione pauraaaaaaa,anche io adoro abbinare cibi e tabacchi come il vino in parte!Si infatti concordo che con le sigarette è impossibili fare una analisi perchè mi sembrano tutte uguali. Per il sigaro non penso ci arriverò mai non ci riesco proprio e solo l’odore mi nausea non so come mai è strano ma fa così. grazie e ciao

    #7308

    FumoNero
    Membro

    Sicuramente c’è una parte di passione, sopratutto nel fumare con una certa attenzione a cosa e come lo si sta fumando.

    La ricerca della cartina, la scelta della tipologia di tabacco e della grandezza del filtro sono tutte cose che fai per passione, perchè t’incuriosisci e vuoi provare.
    Riguardo al paragone con la degustazione di vini concordo, a me piace molto cercare di accoppiare tabacchi e cibo ad esempio, o tabacchi e bevande… e non a caso come hai notato anche tu anche nel tabacco come nel vino si parla di corpo, di spessore, equilibrio, odore ecc…
    Ovviamente tutto questo lo puoi fare solo ed esclusivamente con i trinciati, siano essi da sigaretta o da pipa fino ad arrivare ai sigari, dove è il tabacco nella sua forma più “pura”, mentre con le sigarette confezionate è pressochè impossibile cercare di percepire aromi, o sentire profumi!

    #7304

    Secondo me il mondo dell’handrolling alla fine diventa passione…scegliersi la cartina, il tabacco, il filtro, come rollarla…non è che voglia fare propaganda pro fumo ma prima o poi ti appassioni!!!

    Ciao!
    Vannellesmoker

    Rollo la vita a bandiera così strappo via delusioni e dolori...ehi gente il MacWhite comicia a piacermi sul serio!

Stai vedendo 11 repliche - dal 1 al 11 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.