Homepage Forum FILTRI Dicotomie nostrane

Dicotomie nostrane

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Johnny Hooker 5 anni, 3 mesi fa.
  • Creatore
    Topic
  • #123879

    Ecco il quesito: Essendo io un fumatore più che entusiasta di cartine RexBravo rosa, ma non avendo mai potuto testarle con filtri alla loro “altezza”, mi chiedevo se qualcuno avesse mai tentato un accostamento delle medesime con filtrini della sempre medesima azienda triestina. Ovviamente stiamo parlando della variante incartati e slim (concettualmente adatti a cartine più spesse, le Bravo rosa per l’appunto, com’è già noto ormai).

    Inoltre mi parve di leggere qualche tempo fa che i filtri in questione RB sarebbero pensati esclusivamente per cartine RB; in caso di accoppiamento discorde risulterebbero a dir poco scadenti.
    Qualche testimonianza a riguardo sarebbe di grande aiuto (a questo punto dovrei scusarmi per i troppi condizionali, ma sarebbe forse meglio evitare).
    Saluts

    "... l''uomo sarà dunque eternamente infelice perché insaziabile." G. Leopardi

Stai vedendo 10 repliche - dal 1 al 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #123965

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Restano belli sodi anche a fine cicca.<br>
    Quelli lunghi eh … quelli corti non li ho mai provati.

    ..come disse Cicciolina

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #123940

    ago66
    Membro

    Restano belli sodi anche a fine cicca.
    Quelli lunghi eh … quelli corti non li ho mai provati.

    #123893

    nemmeno io mai provato i filtri rex bravo ma presumo possano essere dei filtri meritevoli..la storia che rendono se accoppiati con le cartine bravo bè è come il fatto che portano fortuna, cioè una trovata pubblicitaria come dice big.<br>
    per il resto ero anche io un fan dei regular quando usavo i filtri.

    Ma sì, più che trovata pubblicitaria, direi: “goliardica”, visto e considerato che pare oggettivamente inverosimile che con quel rimando alla buona sorte si vogliano prendere realmente sul serio, non pretendendolo a loro volta dai loro consumatori, mentre l’abbinamento vincente dei loro prodotti potrebbe, a dispetto di trovate o meno, avere senso, dato che molte altre marche in svariati altri campi fanno lo stesso con prodotti diversi (mac baren, origenes, nas e via discorrendo). Non vedendoci dunque nulla di male, mi limito a sincerarmi della “qualità dicotomica” 😉

    "... l''uomo sarà dunque eternamente infelice perché insaziabile." G. Leopardi

    #123892

    Io uso la dicotomia da ormai un anno.<br>
    Prima ho preso gli incartati slim ma più lunghi.<br>
    Adesso invece quelli non incartati perchè gli altri erano finiti.<br>
    Mi ci trovo benissimo.<br>
    Soprattutto perchè sono più lunghi (20 mm) e quindi non fanno le dita gialle.

    Ora non so se sono creati appositamente per funzionare insieme.<br>
    Sicuramente saranno testati e quindi ottimizzati insieme.

    Cmq. a me sembra che sia le cartine che i filtri possano essere usati senza problemi con tutte le altre marche.

    Ah … io fumo NAS.

    Sì be’ le cartine sono sicuramente intercambiabili con qualunque tipo di filtro; più che altro il dubbio gravitava in particolar modo sul discorso di quest’ ultimi, i quali m’era parso di capire, da varie voci fuori campo, fossero adatti quasi esclusivamente alle cartine del medesimo brand (erroneamente, se vogliamo).

    Il fatto dell’essere più lunghi m’interessa relativamente, contrariamente alla caratteristica dell’incartamento (che prediligo in particolar modo), ciononostante credo proprio di procurarmene qualche busta col prossimo ordine online, visto che dalle mie parti trovansi ad esser fin troppo rari (ocb e rizla detengono il monopolio pressoché assoluto in questo campo).

    Detto questo, penso di aver capito che dalla tua personale esperienza abbia dedotto un giudizio positivo riguardo ai filtri RexBravo: ti si decompongono in mano o rimangono abbastanza stabili in fumata? Va da sé ch’è quello più d’ogni altro il postulato imprescindibile nella scelta.

    "... l''uomo sarà dunque eternamente infelice perché insaziabile." G. Leopardi

    #123891

    ago66
    Membro

    Io uso la dicotomia da ormai un anno.
    Prima ho preso gli incartati slim ma più lunghi.
    Adesso invece quelli non incartati perchè gli altri erano finiti.
    Mi ci trovo benissimo.
    Soprattutto perchè sono più lunghi (20 mm) e quindi non fanno le dita gialle.

    Ora non so se sono creati appositamente per funzionare insieme.
    Sicuramente saranno testati e quindi ottimizzati insieme.

    Cmq. a me sembra che sia le cartine che i filtri possano essere usati senza problemi con tutte le altre marche.

    Ah … io fumo NAS.

    #123890

    beh io sto ancora cercando “dicotomie” sul dizionario. Comunque concordo con bigmarco e Carry, una cartina A rende meglio con una rollata cicciotta

    Sì in effetti il titolo del post è una simil-supercazzola 😀 poi però quando leggi la descrizione si fa capire dai eheh

    "... l''uomo sarà dunque eternamente infelice perché insaziabile." G. Leopardi

    #123889

    Eh io come regola generale ho: con i vari umidi/semi umidi (miei preferiti) —> bravo rosa in slim incartati, mentre coi secchi —> smocking brown/raw/ottoman/elements (prediligendo le seconde, ndr) abbinati a filtri ultra slim non incartati. Per quest’ultimi non ci sono grosse complicazioni, essendo le fumate molto brevi e perciò non essendo a sua volta troppo capitale particolareggiare troppo la scelta di quali adoprare (quelli della ocb nei blister fungono più che bene), mentre nel primo caso risulta un po’ più complicato dato che non voglio trovarmi a fine sigaretta con cicche mollicce e derelitte che mi facciano veementemente imprecare. Ho attualmente optato per quelli (slim incartati) della smocking, che non sono malaccio in effetti: hanno abbastanza tenuta e non mi si decompongono in mano, sebbene un filino più di firmitas non sarebbe per niente sgradita. I regular proprio non li reggo invece (di nessuna marca) poiché cicche troppo spésse ( e questo è uno dei motivi per cui odio le preconfezionate tra l’altro) stomacano molto velocemente rendendomi la fumata a dir poco nauseante. In sostanza, ho trovato tutti i miei prodotti prediletti tra filtri e cartine coi vari tipi di tabacchi che fumo abitualmente, pur avendo ancora un punto di domanda per quanto concerne i filtri slim da abbinare alle mie amate bravo rosa con umidi e semi/umidi. Grazie delle impressioni sui filtrini bravo comunque, non mi resta che provare a ‘sto punto!

    "... l''uomo sarà dunque eternamente infelice perché insaziabile." G. Leopardi

    #123885

    Carlo
    Membro

    beh io sto ancora cercando “dicotomie” sul dizionario. Comunque concordo con bigmarco e Carry, una cartina A rende meglio con una rollata cicciotta

    L'intera storia della letteratura altro non è che una nota a piè di pagina sul Faust. In ogni caso, non ho idea di che cosa io stia parlando (W. Allen)

    #123884

    Carry
    Partecipante

    nemmeno io mai provato i filtri rex bravo ma presumo possano essere dei filtri meritevoli..la storia che rendono se accoppiati con le cartine bravo bè è come il fatto che portano fortuna, cioè una trovata pubblicitaria come dice big.
    per il resto ero anche io un fan dei regular quando usavo i filtri.

    #123880

    bigmarco
    Moderatore

    Purtroppo non ho mai provato i filtri Rex, le cartine secondo me sono eccezionali ma la mia idea è che le tipo A diano il meglio con filtri regular di diametro 7,5-8 mm. (la mia misura preferita) o senza filtro e purtroppo la ditta produce soltanto gli “slim” da 6 mm., penso comunque che l’accoppiata d’obbligo cartine-filtri della stessa marca sia un escamotage da furbacchioni che potevano risparmiarci.

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

Stai vedendo 10 repliche - dal 1 al 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.