Homepage Forum Off-Topic Curiosità sul contenuto

Curiosità sul contenuto

Questo topic ha 13 risposte, 5 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 5 mesi fa da Johnny Hooker.
  • Creatore
    Discussione
  • #103944

    magozzolo
    Membro

    qualche anno fa ho fatto questo esperimento per ‘capire’ quanto condensato contiene una  handmade rispetto ad una preconfezionata:

    premetto che ho prevalentemente fumato marlboro pronte usando i filtrini david ross, e solo sporadicamente preso tabacco. ebbene ho provato con 2 filtrini puliti, il primo la marlboro (e già sapevo)… il secondo un tubo con (credo ma forse cambia poco) samson…

    mi sa che il tabacco ha un tantinello di condensato in più rispetto ai valori indicati, provare per credere ..

Stai vedendo 13 repliche - dal 1 al 13 (di 13 totali)
  • Autore
    Repliche
  • #104109

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Vabbè:

    DAI SU, ANDIAMO RAGAZZE!

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #104046

    viziosfizio
    Membro

    ahaha..ma Big,se l’esperimento sarà deludente bisognerà pur dirlo comunque… questo non è un approccio scientifico piuttosto è tipico dei ricercatori al soldo delle multinazionali (sssst…non disturbiamo Johnny…sta preparando un pezzo da dieci cartelle   😉 🙂   )

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #104044

    bigmarco
    Moderatore

    Certo anch’io vizio non uso i filtrini D.R., mi lasciano gusto di plastica, li avevo comprati apposta per fare quell’esperimento scientifico-psicologico……un giorno che ne ho voglia voglio fare la prova con tre rollate di Forte senza filtro in carte A e tre Camel filter, poi vi racconto….se va come spero io lo dico,altrimenti racconto due balle tanto è lo stesso….così Johnny scrive che non è interessato e riempiamo un altra pagina 😀

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

    #104042

    viziosfizio
    Membro

    vedi..l’avevo detto io che qui gli argomenti sono “pregnanti”..leggendo,ho notato qualcosa di “familiare” aggiungo: che c’è di meglio del dire ciò che passa per la testa senza eccedere con filtri e setacci vari? curiosità sul contenuto: quelli che fanno come noi (quantomeno come io…) sono come la grappa alla quale devi scartare la testa e la coda,in mezzo c’è anche qualcosa da salvare..questo è il menù,prendere o lasciare…se nota che disturba,che non piace, uno deve avere l’intelligenza di fare il suo fagottino per traslocare in cerca di fortune migliori… cosa c’è di peggio che stare dove non sei accettato, (se non)gradito? quanto all’ignorare ciò che non interessa non è snobismo, è solo l’evitare perdite di tempo…

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #104041

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Caro vizio, nel mio caso si macchiano di meno perchè “nero con nero non tinge” (detto popolare siciliano) i miei ormai sono color castagna e neanche con il cillit bang li posso sgrassare.

    Ora anche questo avrei potuto tenerlo per me, ma sono abituato a scivere tutto quello che mi passa per la testa, anche quando sostanzialmente inutile come in precedenza, per precisione dico che non mi interessa sperimentare quale tabacco abbia più sostanze nocive, disinteresse che voglio esprimere perchè  è comunque a tema con l’argomento (interessante in se e per se, in quanto tale) trattato in questa discussione.

    Scrivo molto anche perchè più cose escono fuori dalla mia tastiera, apparendo poi sui vostri schermi, più le probabilità di dire una sciocchezza salgono, più errori, equivalgono a più correzioni, più correzioni equivalgono ad una serie di riflessioni che in generale portano ad un miglioramento autoanalitico.

    Disinteressarmi, ignorare l’argomento ho pensato che sarebbe stato senz’altro irrispettoso, principalmente per l’autore, così come sarebbe stato irrispettoso scrivere “questa discussione non mi interessa” senza dare senso a questa frase con un perchè, e quindi ho cercato di spiegare il mio disinteresse relativo all’argomento interessandomi alla discussione, come faccio quasi sempre in questi casi, forse dovrei cambiare questa mia abitudine controproducente, però stavo pensando, se non avessi scritto nulla forse non saremmo nemmeno arrivati a questo punto della discussione, questo vuol dire che sono troppo figo e ho vinto io.

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #104034

    viziosfizio
    Membro

    ah,però…potevate dirmelo che,a giudicare dai temi ivi sviscerati,il salotto buono di RT si è trasferito in questa discussione…mille spunti sui quali piazzare la zampata, comincerei con la questione-pinzette: voi ci ridete sopra ma io conosco un tizio che fuma davvero con con una specie di forcina per capelli (per non macchiarsi le dita) (son miserie…) passiamo alla faccenda tipo “prima l’uovo o la gallina” : come dice giustamente l’amico Hooker ( frontman della band “Johnny Hooker & the roadrunner” http://www.youtube.com/watch?v=3VqmWGzK7UM&feature=related) come si fa a stabilire che una cosa non m’interessa se prima non la leggo? giusto,in tal caso troverei anche inutile prendersi la briga di impugnare carta e penna per gridarlo al mondo..passiamo alle pippe mentali su cosa fa meno male tabagisticamente parlando…qui scadere nel banale è un’attimo perciò evito di dissertare però anch’io sono stato vittima di certe domande amletiche tipo se i trinciati per handrolling sono più o meno nocivi delle bionde, farà anche sorridere ma lo trovo umano…al lavoro, ogni tanto mi trovo in ambienti con notevoli concentrazioni di polvere,in passato qualche collega tentò di deridermi con frasi tipo: cosa stai lì tutte le volte a mettere la mascherina, proprio te che fumi… come dire che io (che fumo) posso anche farmi un aerosol con lo scarico di uno Scania..ho provato i filtri david ross,quelli col bocchino in plastica,li paragonerei ad un coito interrotto,un cielo senza stelle,un ukulele senza corde..se devo fumare in quel modo piuttosto smetto e me ne frego alla grande se così farebbe meno male…concludendo,una parola per tubelover: pensa che io invece,da quando fumo trinciati,non solo non mi macchio i denti più di prima,anzi,nonto addirittura che si macchiano di meno (l’ho notato con stupore…)

    "I miei amici che facevano sport sono morti da tempo..." Giulio Andreotti.

    #104020

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Se il principio è scegliere cosa fa meno male, a me viene automatico estenderlo a:

    Cosa fa meno male, il tabacco meno nocivo in circolazione o il non fumare? Il principio è lo stesso mi pare.

    Se poi il principio è scegliere il prodotto che fa meno male, condivisibile ma non mi si addice, mi trovi nuovamente in disaccordo, se devo fumare una cosa che mi fa comunque male a quel punto preferisco la cosa che mi piace di più, anche se più nociva.

    Se il prodotto meno nocivo corrispondesse a quello più saporito o per lo meno rappresentasse il giusto compromesso salute/piacere, allora in una dimensione metafisica fumerebbero quasi tutti quello.

    Ti porto un’esempio con una delle mie incomprensibili passioni, guidare una motocicletta.

    Ci sono moto meravigliose che fanno i 300 Km/h e tutti vorrebbero averne una, ci sono quelle che a 150 Km/h iniziano a perdere i pezzi ma offrono altri vantaggi, teoricamente la prima è più pericolosa dell’altra, ma praticamente non lo è, per miliardi di incognite, una su tutte gli incidenti stradali che non possono essere previsti e possono avere gravi conseguenze anche nella scivolata più banale, per cui, in moto hai fondamentalmente due sole scelte, o ci vai o ti compri un’automobile che è più sicura ma non è comunque esente dall’incognita “incidente”, e bla bla bla fino ad arrivare al punto che cammineremmo tutti a piedi e saremmo ancora nel buio medioevo.

    Per cui, in questa specie di schema mi trovi incastrato tra una persona che vorrebbe comprare un multistrada 1200S ma che per vari motivi gira su una honda slr-650.

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #104016

    magozzolo
    Membro

    non è questione di sentirsi scemi, che smettere sarebbe la cosa migliore lo si sapeva anche prima. lo scopo è, apparte la curiosità, magari scegliere tra un tabacco e un altro meno dannoso, tra l’altro, valutare la ‘dannosità’ è tutt’altro che semplice, perchè oltre al ‘condensato’  le siga pronte hanno migliaia di altri prodotti chimici che il tabacco non ha (per alleggerirle, insaporirle etc) e questo è determinabile dal colore dei fumi che mentre nel tabacco è tendenzialmente bianco nelle siga prec. ha venature di rosso/blu e tutti i colori dell’iride, per chi non lo sapesse c’è un test di chimica con cui si fa un’analisi bruciando la sostanza e, a seconda del colore, si riscontra la sostanza (il rosso è sodio, se ben ricordo).

    #104003

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Ahahahah, ma se non leggo come faccio a capire se mi interessa o meno? Poi lo faccio poter esprimere la mia inutile opinione, e diffondere il germe della desistenza informativa, voglio tornare ad una società ignorante che mangia con le mani e non si pone altre domande oltre a quella di come raggiungere il casco di banane in cima alla pianta e ormai ci siamo quasi.

    Trovo “futili” le motivazioni ed i tentativi per rispondere a questo interrogativo, è un pò fine a se stesso, se devo scegliere cosa mi fa più male mi dovrei dare dello scemo una volta più del necessario che è quanto faccio di solito, soprattutto se poi alla fine fumo comunque invece di smettere.

    Con questo non vi sto dando degli scemi perchè avete condotto questi esperimenti, me ne guardo bene, dico solo che a me non interessa sapere quanto condensato c’è e dove lo si trova in maggior concentrazione.

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #103998

    bigmarco
    Moderatore

    Ecco….ora ricordo…..l’avevo postato in una discussione tipo” Fanno più male le sigarette industriali o le rollate???? La discussione era iniziata male ed era finita peggio, perché è logico che se uno fuma in fondo se ne frega, ma può essere una prova anche interessante da fare e continuavano a scrivere dei personaggi che dicevano che non gli interessava…..Io mi domando….ma se non ti interessa che cosa leggi a fare? Johnny……mavavavava!!!!!  😀

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

    #103995

    Johnny Hooker
    Moderatore

    Di farsi ste domande bisognerebbe smettere, è come darsi degli stupidi da soli, intendo dire che in un modo o nell’altro ci accorgeremmo di che cosa ci arriva nei polmoni, al di là di come dice bimarco yuma e soci che dovrebbero lasciare i filtri/bocchini se non del tutto intonsi per lo meno più puliti rispetto ad altri tabacchi.

    Ci sono moltissime variabili in gioco di cui tener conto in questo esperimento, i gradi di umidità dei vari tabacchi, le dimensioni dei filtri, le cartine utilizzate etc etc.

    Quindi le prove da fare sarebbero moltissime e per fare che? Per scoprire (forse) quale dei due modi di fumare è più dannoso?

    Tantovale tirare a caso, se poi non riuscite a saziare la vostra curiosità..beh continuate pure.

    Non ho bisogno di alcun maestro. Il modo di tenerla ... di girarla ... me lo insegna la cartina stessa. Per omaggiare la bellissima firma de El Merendero.

    #103990

    bigmarco
    Moderatore

    Tempo fa ho fatto anch’io questo esperimento, l’avevo scritto in una discussione che non ricordo…In un filtro David Ross diam. regular anticondensa ho fumato tre Diana rosse, con un altro tre rollate di Mac Nero in Bravo rosa filtro Rizla 8mm. e con un terzo D.R. tre rollate di Yuma in O.C.B. premium sempre con filtri Rizla regular.  Cosa strana il filtro più pulito era quello del Mac nero, quello delle Diana era mediamente sporco e quello dello Yuma presentava un anello di catrame più grande degli altri. A parte lo Yuma….. la cartina sottile logicamente allunga il tempo di fumata e il tabacco secco produce forse più oli essenziali…..mi aveva sorpreso che il Mac Nero producesse meno catrame, tra l’altro i nostri filtrini sono senz’altro meno efficaci di quelli delle “industriali”.  E’ chiaro che tutto va preso con le pinze, non c’è niente di sicuro in questi esperimenti casalinghi, sono prove che si fanno per curiosità….ma questa cosa mi aveva piacevolmente colpito. 😉

    "era un mondo adulto, si sbagliava da professionisti" P. Conte "boogie"

    #103954

    tubelover
    Membro

    Direi che è normale  la sigaretta di Marlboro contiene meno della metà di tabacco (espanso e rigenerato), la cicca da rollare  contiene una maggior quantità di tabacco ha maggior contenuto di condensato e nicotina

    Mi accorgo che fumando Nas da un mese e mezzo i denti sono macchiati, cosa che non succedeva con le Marlboro, idem per le dita nonostante i filtri incartati e qui dò ragione a Bigmarco che dice che con i filtri slim bisogna fumare con le pinzette

     

    -- Esistono 2 cose infinite, l'universo e la stupidità umana; e del primo non sono sicuro --
    Albert Einstein

Stai vedendo 13 repliche - dal 1 al 13 (di 13 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.