Eccoci a recensire in anteprima l’HandleMe (www.handleme.it), un nuovo prodotto che proverà ad inserirsi nel crescente mercato dei porta-tabacco, e che ha l’ambizione di farlo con stile e con l’obiettivo di rivoluzionare lo stesso mercato.

Trattasi di un portabusta bivalve con l’innovazione di un’asola per appenderselo ad un pollice per avere le mani libere e tutto l’occorrente a disposizione.

Il prodotto è indubbiamente di qualità, ben rifinito sia nei materiali che nelle cuciture. Presente sia in stoffa, che in simil-pelle e in simil-camoscio (o vellutino, come quello inviatoci).

Aperto si presenta più o meno come tutti i portabusta: un vano principale dove mettere la busta del tabacco con, sopra, un portacartine degno. Sulla valva opposta l’alloggiamento per il lembo di chiusura della busta ed una taschina con il logo handleme con chiusura a velcro per i filtrini (o per le cartine di riserva, nel mio caso).

La chiusura è affidata, per una volta, a due bottoni automatici seri: roba italiana e non cineserie che si rovinano alla terza apertura!

Il suo target di utilizzatori è indubbiamente quello dei fumatori di secchi naturali in bustine da 20 grammi: io ho provato a cacciarci dentro una busta di Mac Nero appena iniziata (cinque o sei rollate pierato style mancanti) ed ho tribolato un bel po’ per adattarla allo spazio a disposizione. Buste più larghe (NAS, Blues) o più grandi (Drum ed affini da 40 grammi) ovviamente non ci stanno. Il portacartine, invece, è correttamente dimensionato anche per i libretti più grossi.

Passiamo all’atto pratico: ho provato a rollare con l’HandleMe appeso al pollice…ma non ci siamo!!! Il Mac Nero è umido e necessita di essere ben sfilacciato e con una mano a pescare nella busta è un lavoraccio! Utilizzarlo in modo tradizionale è ancora più difficile: la taschina della valva superiore occupa lo spazio normalmente usato per lavorare il trinciato quindi tocca “ripiegarla” ma non se ne stà lì in eterno e ricade sul trinciato sporcandosi ignobilmente (l’HandleMe a nostra disposizione è in simil camoscio – tipo pannolenci – ed il tabacco ci si attacca felicemente!) ma, del resto, non è per l’utilizzo tradizionale che questo prodotto è stato pensato.

Rollo in qualche modo la sigaretta e richiudo (con gli ottimi automatici) il portabusta, me lo metto in tasca e via. Lo ritiro fuori dopo un paio d’ore, lo apro…e trovo tabacco in ogni spazio ed interstizio dell’handleme…nonchè in tasca! Una patella per chiudere il vano portatabacco tipo quella dei porta-tabacco Brebbia, Lubinski, Savinelli, Floppy eccetera sarebbe stata un piccolo e utile extra a cui pensare.

 

Se fosse un prototipo ci si potrebbe ancora lavorare su per ottimizzarlo, ma in mano abbiamo il prodotto definitivo in vendita attualmente su eBay a 15€.

I 15 euro richiesti sono un prezzo medio-basso rispetto ai prodotti concorrenti che vedo e uso da oltre due decadi. Forse la fetta di utenza che rolla camminando lo troverà geniale, ma io, nel mio consolidato uso, l’ho trovato scomodo.

E quindi non posso proprio promuoverlo: nonostante lo sforzo e la qualità, manca in praticità!

That’s all, folks!

Vostro affezionato pierato.

 

EDIT 20/04/2013:

Aggiungo qualche suggerimento per le eventuali evoluzioni di prodotto: almeno un centimetro di larghezza in più, un po’ d’abbondanza nel lembo che “regge” il portacartine ed un po’ di velcro in meno.