Partecipa al sondaggio: cosa farai quando arriverà l’aumento?

Il decreto intende arginare il meccanismo messo in moto dall’aumento esponenziale del consumo di sigarette fai da te (133%) e dalla diminuzione del 7% in cinque anni del consumo delle sigarette tradizionali.

In effetti si evidenzia la tendenza generalizzata dei fumatori a sostituire le sigarette preconfezionate con quelle arrotolate a mano, utilizzando tale tipo di tabacco che ha un prezzo di vendita al pubblico molto più economico (mediamente -75% nel periodo considerato) e sul quale grava l’accisa nella misura del 56%, a fronte della tassazione media delle sigarette pari a circa il 58%».

Ciò «potrebbe arrecare un grave pregiudizio ai preminenti interessi dello Stato: la sanità pubblica dell’intera collettività e il gettito erariale». Nel testo si sottolinea tra l’altro la scarsa possibilità di controllo sul tabacco trinciato per le sigarette per il quale non è obbligatorio indicare i contenuti di nicotina, catrame e monossido. Di qui l’aumento delle accise.

Christian