Questo tabacco portatomi dal Portogallo è stato una piacevole sorpresa.

Innanzitutto nonostante la busta possa trarre in inganno non si tratta di uno dei tanti tabacchi naturali (fortunatamente direi, visto che non li amo). Secondo me, nonostante la dicitura “Tipo Virginia”, non si tratta neppure di un Virginia puro. Ho l’impressione che vi siano tabacchi burley e un pizzico di orientali, pur rimanendo preponderante la componente “virginiosa”.
La trinciatura è piuttosto fine ma a prima vista le numerose imperfezioni lo fanno sembrare un tabacco con un taglio grossolano, imperfezioni comunque relativamente piccole e non legnose che non disturbano la rollata. Il colore è chiaro, ambrato; la mattonella è poco pressata e si sfilaccia rapidamente anche perchè si tratta di un tabacco semi-secco.
All’apertura della busta il profumo è abbastanza intenso e ricorda frutta secca (nocciole in particolare) e cioccolato. In fumata si sente la componente dolce del Virginia e una leggera nota cioccolatosa piacevole e niente affatto stucchevole.  Non gratta in gola (un poco con le cartine tipo B, ma io trovo si sposi bene con delle intermedie), non pizzica, concede una fumata tranquilla ma soddisfacente per la sua buona armonia di aroma e gusto. La forza è media, il contenuto di nicotina (non riportato) non deve essere particolarmente alto (o almeno questa è la mia sensazione di halfzwarista).

In conclusione un tabacco “amabile”, ma fortemente appagante per tutti i palati, che mi ricorderebbe parecchio il Mac Baren Bianco se non fosse per una maggior prevalenza di tabacco Virginia.
La busta è della stessa tipologia di quella dei Mac Baren, ovvero carta ricoperta di plastica e con il risvolto del bavero che protegge la linguetta (ma la colla è comunque pessima e dopo poco non appiccica più).
Il produttore è la portoghese Tabaqueira (che copre una buona fetta del mercato nazionale grazie anche alle Águia preconfezionate, oltre a produrre le Marlboro per il mercato europeo) facente parte del gruppo Philip Morris, e a quanto ne so non è distribuito in altri paesi. Comunque se vi capita di andare in Portogallo o avete qualche amico/conoscente che ci va, ne vale la pena…
Voster semper voster,

Dave Floyd