Probabilmente non avrete ancora sentito parlare di Chewing Bags, anche se il prodotto di cui vi parleremo ha esordito da poco più di un anno nella zona dell’Arco Alpino, incontrando successo e apprezzamenti da una nicchia di consumatori appassionati del genere.

Ma andiamo con ordine e scopriamo assieme di cosa si tratta. Le chewing bags rientrano nella categoria “smokeless” ovvero senza fumo. Per usarle infatti non è necessario che il tabacco subisca un processo di combustione. Della stessa categoria fanno parte anche il tabacco da mastico e lo snuff, il tabacco da inalazione.

La tendenza smokeless si sta sempre più imponendo tra i fumatori che desiderano smettere, o tra i giovani che sono alla ricerca del proprio modo di fumare.

Molti hanno trovato la soluzione ideale nella sigaretta elettronica e ormai da anni il mondo dello “svapo” è in enorme crescita.

Tuttavia esistono anche altri prodotti, forse meno conosciuti, che ci consentono di degustare il tabacco senza per forza doverlo bruciare.

Il brand delle “cicche” che abbiamo sottomano è Al Capone, già noto ad alcuni fumatori per i sigaretti aromatizzati, molto diffusi in tabaccheria.

La versione in prova si chiama Chewing Bags Blue. Il prodotto è molto simile allo “snus”, un particolare tipo di tabacco utilizzassimo nei Paesi Scandinavi. Sul sito chewingbags.it viene dichiarato che in Italia le chewing bags sono vendute esclusivamente con il marchio Al Capone.

Le chewing bags si presentano come delle piccole bustine piene di tabacco aromatizzato che vanno posizionate tra il labbro superiore e la gengiva, lasciando che la nicotina e gli aromi vengano rilasciati lentamente all’interno del palato.

Il primo impatto è stato abbastanza difficile e caratterizzato da un bruciore a tratti fastidioso. Tuttavia già nei giorni successivi tale sensazione è andata scemando fino a scomparire completamente (complice l’abitudine) una volta terminate le bustine a disposizione.

Il giudizio finale nel complesso è positivo e siamo sicuri che a molti di voi questo tipo di prodotto possa piacere.

Nella speranza che qualcuno di voi le abbia già provate, restiamo in attesa di sapere cosa ne pensate! 🙂

Ringraziamo Marco per la preziosa collaborazione

Team RT